Secondo una ricerca di Think With Google condotta tra il 2015 e il 2017, gli acquirenti che cercano ispirazione on line utilizzano sempre più spesso termini di ricerca come “idee”, “lista per lo shopping” e “brand”, un agenzia SEO come rising Web Agency Milano lo deve sapere.

Vediamo nel dettaglio grazie a che keywords i potenziali clienti trovano maggiormente fonte d’ispirazione. Nell’arco di questo periodo:

  • Il numero di ricerche tramite cellulare relativo alla parola “idee” è aumentato del 55%;
  • Quello dei video You Tube che contengono la stessa parola del 135%;
  • Quello che include “lista per lo shopping” del 150%;
  • Quello che annovera il termine “outfits” del 55%;
  • Quello che utilizza “brand” dell’80%;
  • Quello con “top” o “i migliori” del 95%.

Quali sono le variabili principali che influenzano l’acquisto?

Secondo la ricerca di PwC “Total Retail 2017”, che ha analizzato i comportamenti di consumo online e l’attitudine alla multi-canalità di 24.500 consumatori in 32 Paesi, tra cui oltre mille italiani:

  • Prezzo al 49%;
  • Comodità al 30%;
  • Assortimento al 18%.

Una buona agenzia SEO coem Rising web agency Milano sa che per i consumatori italiani le fonte d’ispirazione principali sono:

  • al 46% i siti con confronto di prezzi;
  • seguiti al 38% da quelli di retailer multi-brand;
  • e al 37% dai social network.

Le proporzioni cambiano tra i Millennials:

  • il 42% trova ispirazione nei social network tradizionali;
  • il 38% nei siti di confronto prezzi;
  • il 34% in quelli di retail multi-brand.

Nella generazione più giovane invecele agenzie SEO sanno che:

  • Crescono i social network visivi come Instagram Pinterest utilizzati dal 23% dei Millennials (contro il 16% degli over 35);
  • I social media si affermano sempre più come vetrina fondamentale con il 56% degli utenti influenzato a spendere di più dall’interazione che ha avuto via social con un brand, e quasi il 60% che dichiara di sentirsi più coinvolto dal brand attraverso i social media.